Home »

 
 

Concorso 2014: Sexting

 

Premiazione 4° Concorso Nazionale di sensibilizzazione sui rischi di Internet
“Il Sexting – tutto comincia con una foto”
18 dicembre 2014 ore 10,15

I video sono pubblicati nel canale youtube di internetinsicurezza:

https://www.youtube.com/playlist?list=PLmEtjFB3ag4ntFBLaIwjayqMxOywkrxZi

Si svolge oggi la premiazione del 4° Concorso Nazionale di sensibilizzazione sui rischi di Internet che il portale “InternetInSicurezza” promuove con la Provincia di Treviso. Presenti in sala, oltre agli studenti autori dei video vincitori (Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “Verdi” di Valdobbiadene, ENAIP di Vicenza e Scuola Secondaria di 1° grado di Fontanelle dell’Istituto Comprensvo di Codognè) con i loro insegnanti e gli amministratori del Comuni di appartenenza delle scuole, l’Assessore Provinciale alle Politiche Sociali Paolo Speranzon, l’Ing. Nicola Chemello – Responsabile del portale InternetInSicurezza.it (copromotore del concorso); il dott. Antonio Scialdone – Commissario Capo della Polizia di Stato e il Colonnello Sergio Raffa – Vice Comandante della Legione Carabinieri Veneto.
È prevista la visione dei video premiati che saranno pubblicati sul sitowww.internetinsicurezza.it e sul sito della Provincia di Treviso nelle pagine Web http://bambinieinformazione.provincia.treviso.it/
Inoltre saranno consegnati targhe alle scuole e attestati agli studenti, pubblicazioni e, in ricordo della giornata, il pelouche mascotte della Provincia di Treviso.
Ogni anno il concorso, indirizzato a tutte le scuole di Italia, chiede di presentare un video su tematiche diverse che riguardano i rischi di Internet. Nelle passate edizioni i temi hanno riguardato il Cyberbullismo e l’Adescamento minorile nel web. Quest’anno, come lo scorso anno il tema del concorso è il sexting, cioè lo scambio di immagini sessualmente esplicite tra coetanei mediante smartphone, email o altri strumenti web. I video vincitori vengono diffusi proprio attraverso il Web e quindi possono raggiungere e far riflettere altri ragazzi su questo rischio di Internet. Sono video creati dai ragazzi per i ragazzi e questo è il loro valore aggiunto, ciò che li rende efficaci per sensibilizzare altri ragazzi. Nessuna ramanzina da parte di esperti e di adulti, ma solo potenti riflessioni di ragazzi!

Per questa edizione del concorso sono arrivati i 4 video che oggi vengono premiati, uno realizzato dall’Enaip Veneto di Vicenza, due dall’ISISS “Verdi” di Valdobbiadene e uno dall’Istituto Comprensivo di Codognè con la Scuola Media di Fontanelle. Sembrano pochi ma sono il doppio rispetto allo scorso anno.

Riflettere sul sexting non è semplice, soprattutto a scuola perché è una tematica difficile da affrontare rispettando la sensibilità soggettiva di ciascuno. Riguarda in qualche modo la sfera sessuale, che da sempre è un argomento delicato e difficile da trattare in classe. In più il mezzo utilizzato per scambiare e inviare foto, che sia uno smartphone, un tablet o qualsiasi altro dispositivo digitale, è utilizzato di norma con molta più confidenza dai ragazzi che dagli adulti. Per tutti questi motivi è plausibile e normale che gli educatori in generale non si sentano pronti ad affrontare questo tema con i ragazzi. Ma il sexting è un fenomeno molto diffuso tra i giovani (ce lo confermano anche i recenti fatti di cronaca), ed è assolutamente necessario sensibilizzare i ragazzi su comportamenti che li riguardano così da vicino e che possono avere conseguenze anche pesanti. I ragazzi su questi argomenti hanno bisogno di informazioni, di uno spazio dove potersi confrontare e soprattutto di sentirsi ascoltati. Non possiamo permetterci di ignorare il problema perchè non ci sentiamo pronti ad affrontarlo con loro. Per questo la Provincia di Treviso, attraverso il suo Centro EDUMECOM, ha supportato con incontri formativi gli insegnanti che lo hanno chiesto.

Molti e importanti sono gli Enti che sostengono idealmente questa iniziativa con il patrocinio a questo concorso: il Ministero della Giustizia; la Regione del Veneto; l’Arma dei Carabinieri; il Garante per la protezione dei dati personali; il Consiglio Nazionale Forense; il Comune di Istrana (Tv); Lago Film Festival; l’Associazione Italiana per l’informatica e il Calcolo Automatico; Fondazione Movimento Bambino; l’Associazione Vivere la Cittadinanza.
Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa.
Il Generale di Corpo d’Armata Leonardo Gallitelli, Comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, ritiene che l’iniziativa possa costituire uno strumento necessario alla creazione di percorsi concreti ed efficaci, volti a sviluppare nei minori, strategie di autotutela nell’utilizzo della rete.
Il Garante per la Protezione dei dati personali Antonello Soro esprime l’apprezzamento per l’iniziativa volta a stimolare una riflessione sui lati oscuri della rete e, più in generale, sui rischi di una vita vissuta in perenne connessione. Secondo il Garante “si tratta di temi delicati che richiedono attenzione ed impegno da parte delle Istituzioni, della scuola e delle famiglie. Iniziative come quella di oggi sono allora fondamentali per diffondere consapevolezza e sensibilizzare sull’importanza di un uso responsabile della rete e delle nuove possibilità offerte dalle tecnologie”.

In quanto Ente Territoriale la Provincia di Treviso sta lavorando su queste tematiche da anni in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso e in sinergia con tutte le altre Organizzazioni territoriali che per competenza o per impegno si occupano di questi temi. Ha istituito ormai da anni EDUMECOM il Centro di Eccellenza per l’Educazione ai Media e alla Comunicazione che affianca le scuole e gestisce, tra l’altro, la formazione di bambini e ragazzi, la formazione dei genitori e degli insegnanti ormai non solo nel territorio provinciale, ma anche in tutto il Veneto e in altre regioni italiane come l’Emilia Romagna. Il presidente della Provincia dott. Leonardo Muraro afferma “I nostri interventi vanno sicuramente intensificati e dobbiamo continuare a ricevere e ricercare un impegno di tutti gli Enti che si occupano di sviluppo e di crescita. In un momento di difficoltà, fare squadra è la miglior risposta che si possa dare, soprattutto per non far sentire soli e senza speranza i ragazzi. Il ruolo attivo delle istituzioni consiste nell’intercettare i bisogni dei cittadini attraverso i segnali di allarme precoci, anche quando essi non ne sono ancora consapevoli e quindi non elaborano una vera e propria domanda. È nostro compito mettere insieme in una sorta di network l’adolescente,la sua famiglia e le istituzioni. Alle istituzioni si deve chiedere di rispondere alla loro funzione di erogatori di serizi dedicati e pensati per i bambini e gli adolescenti. Oggi e non domani, perché bambini e adolescenti richiedono risposte immediate, soprattutto su queste tematiche. E noi con EDUMECOM facciamo proprio questo!
Oggi, con internetinsicurezza.it, lanciamo anche il 5° Concorso nazionale perché vogliamo che queste riflessioni continuino. Il tema del 5° concorso è “Abuso di Internet: rischio dipendenza” a cui invitiamo tutte le scuole d’Italia a partecipare”

Elenco dei patrocinanti

Consiglio Nazionale Forense cons_naz_forense AICA aica Lago Film Festival lagofilm Progetto europeo Impact Of Relationship JUST/2011-2012/DAP/AG/3255 firma ior

 

No comments

Be the first one to leave a comment.

Post a Comment